assistenti

Gli assistenti di Azione Cattolica

Nella vita dell’AC gli assistenti hanno sempre svolto un ruolo decisivo in ordine alla formazione di coscienze di laici coerenti, forti, capaci di vita cristiana autentica.

Essi sono disponibili in primo luogo all’accompagnamento spirituale e a quella presenza che consente di cogliere il valore spirituale della vita associativa; aiutano a vivere la dimensione profonda di esperienze ecclesiali non sempre facili; si pongono al fianco delle persone per portare l’esistenza al confronto con il Vangelo e con il suo orizzonte.

La loro presenza, segno della cura del Vescovo per l’associazione, è anche custodia e promozione di un cammino associativo sempre più ecclesiale e comunionale. Cammino che porta i laici vivere la santità come misura alta della vita ordinaria.

Mentre vive il servizio dentro l’ordinarietà della vita associativa, il sacerdote assistente scopre il mistero di essere nel contempo fratello e padre, discepolo e maestro, con i fratelli cristiano e per loro sacerdote.

La corresponsabilità tra laici e presbiteri in Azione Cattolica è ricchezza per essi stessi e riveste un carattere esemplare per la chiesa locale: essa è alimentata da una vera e autentica amicizia spirituale, nella consapevolezza che si è chiamati insieme per l’edificazione del Regno e per la gioia dei fratelli.

«Desidero  invitare tutti i presbiteri a “non aver paura” di accogliere in parrocchia l’esperienza associativa dell’Azione Cattolica. In essa infatti potranno trovare non solo un valido e motivato sostegno, ma una vicinanza e un’amicizia spirituale”.

(Giovanni Paolo II, Messaggio agli Assistenti di AC)

Categorie

Archivio

Facebook

Azione Cattolica Bergamo

Ci sta a cuore! Adesione 2016